Portfolio Category: in corso

due case per due fratelli


due case per due fratelli

Il sito di progetto si trova alle pendici del massiccio del Grappa, all’imbocco della Valsugana, in posizione privilegiata. Da qui si gode di una splendida vista sulla piana bassanese che si estende in lontananza fino ai Monti Berici ed ai Colli Euganei. L’appezzamento di terreno, disposto lungo il declivio della montagna è ottimamente esposto alla luce e all’aria godendo della piacevole brezza che giunge dalla valle.

Il progetto prevede la costruzione di due edifici a destinazione residenziale su di un appezzamento quasi interamente piantumato ad uliveto, coltivazione tipica locale, a seguito della demolizione di un fatiscente edificio esistente.

La volontà condivisa con la committenza di fondere gli edifici con il contesto paesaggistico circostante ha portato a riprendere i caratteri architettonici tipici dell’architettura valliva, contraddistinta da un’altezza contenuta delle fronti del fabbricato sviluppato su due livelli fuori terra, dalle tradizionali aperture a tutta altezza verso valle a ricordo della presenza del fienile, da portici e poggioli riparati da parapetti e modesti impalcati con struttura leggera in legno, da rivestimenti esterni in intonaco tradizionale o in pietra locale faccia a vista, rafforzandone al contempo l’identità con l’inserimento di elementi spiccatamente moderni come il volume con copertura piana inerbita e l’ampia vetrata con vista panoramica sul fondovalle.

Se per gli esterni il rimando all’architettura tipica locale costituisce una scelta obbligata nel perseguimento della più alta mitigazione dell’intervento, all’interno le abitazioni accolgono uno stile spiccatamente moderno e curato in ogni dettaglio sia negli elementi tipologici come in quelli formali come la scala in ferro, il pavimento in beton cirè o il soffitto in cemento a vista.

la campera

la campera

Il progetto, collocato all’interno di un ambito agricolo poco distante dalla città di Bassano del Grappa, prevede la ristrutturazione di un complesso rurale che ha subito importanti trasformazioni nel tempo fino ad alterarne significativamente la conformazione originaria. 

L’intervento, in risposta alle esigenze del committente ed alle previste modifiche alla viabilità principale, prevede la riorganizzazione funzionale dell’intero complesso e la progettazione degli accessi e degli spazi esterni. Sviluppato a forma di “L” seguendo le due strade su cui si affaccia, l’edificio si apre a Sud-Ovest verso il giardino di ulivi. Obbiettivo fondamentale del progetto era rivedere completamente la zona giorno delle due unità edilizie attualmente disposte nel blocco nord e prive di ogni relazione con il giardino.

L’idea proposta è stata quella di invertire la posizione dei garage con i soggiorni esistenti. I garage infatti erano collocati in una fabbricato posto a sud e collegato al corpo principale da portici aperti. 

Spostando il soggiorno dell’unità principale in questo ambiente, aprendo una serie di varchi nelle murature in direzione nord-sud e chiudendo i vari portici con grandi vetrate in ferro si è invece creato una serie di ambienti contigui (dalla cucina a nord, fino al soggiorno a sud) Ricchi di luce ed affacciati sul giardino verso ovest. Il portico principale sarà dotato di grandi vetrate scorrevoli a libro così da aprirsi integralmente d’estate e creare una zona filtro tra interno ed esterno.

A completare la totale revisione distributiva degli ambienti è stata progettata una piscina facilmente accessibile dalla zona living che nelle serate estive renderà ancora più piacevole la vita del giardino.

L’intero complesso è stato rivisto sotto l’aspetto impiantistico e di finitura per adeguarsi alle mutate esigenze tecniche.

tre case nell’ex cinema

tre case nell’ex cinema

L’intervento si estende in una area di circa 1,500 metri quadrati all’interno del centro storico di Cittadella nelle immediate vicinanze di Porta Bassano, distante solo poche decine di metri ad ovest, ed immediatamente a ridosso della cerchia muraria medievale che delimita le proprietà sul fronte nord, costituendo un importante complesso edilizio dell’aggregato storico della città.

Date le importanti modifiche e rimaneggiamenti subiti nel corso degli anni che hanno in gran parte stravolto il carattere originario dei fabbricati, l’obbiettivo primario del progetto è stato il mantenimento della forma e della figura dell’edificio, in quanto elemento strutturale del tessuto urbano, e l’eliminazione delle varie superfetazioni individuate tramite l’analisi storica-filologica ed il rilievo critico. 

Il fronte esterno verso le pubbliche vie verrà ricomposto con l’apertura dei varchi per accedere ai garage, ma nel contempo verrà mantenuta la lettura dei manufatti esistenti dalle linee sobrie ed essenziali.Ogni unità invece rispecchierà all’interno le esigenze e le aspettative degli abitanti differenziandosi quindi nella scelta delle finiture e degli impianti.

In risposta alle necessità della committenza, si sono ricavavate tre unità abitative autonome dotate di autorimessa ed accessi indipendenti, ed ognuna dotata di un piccolo giardino esclusivo che affaccia nel grande giardino comune. Quest’ultimo, un tempo platea del cinema all’aperto è stato modificato con un ‘area verde rialzata ed in parte pavimentata per recuperare il rapporto con il volume dell’ex cinema e consentire così una maggior fruibilità del giardino.